Casalnuovo di Napoli: una nuova “Graziella” per Procida

Procida e’ Capitale Italiana della Cultura 2022 e il piccolo Museo Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi di Casalnuovo, in occasione delle premiazioni del concorso giunto alla sua settima edizione, omaggerà l’Isola con una nuova Graziella, un olio su tela (misure 100×70) dell’artista Mario Borrelli.

Graziella è un romanzo di Alphonse de Lamartine del 1852, ispirato al suo primo giovanile viaggio in Italia.
Graziella è poi diventata un mito, con la sua immagine di donna procidana solare, semplice e bella.

Il Presepe stile ‘700 napoletano

  • Gli spazi del piccolo Museo Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi sono impreziositi da una collezione di “pastori” del presepe, realizzati da maestri di San Gregorio Armeno in stile ‘700 Napoletano. Di seguito le statuette aggiunte alla collezione nell’ultima mostra sull’arte presepiale tenutasi a Dicembre del 2021:
  • Ciccibacco, il pastore dall’aspetto grosso e dalle guance rosse, seduto su una botte di vino e con il fiasco in mano, è realizzato da Genny De Virgilio;
  • Benino, il pastore dormiente, è realizzato dalla Bottega Ferrigno;
  • Sciò Sciò, il pastore scaramantico che allontana le malelingue, è realizzato dai F.lli Capuano;
  • Il Sarto Casalnuovese, il pastore appositamente realizzato per omaggiare il mestiere del sarto, mestiere della tradizione della città di Casalnuovo di Napoli, da sempre definita la città dei Sarti, è realizzato da Mauro Gambardella.

Il Busto di Totò

Gli spazi del Museo Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi si impreziosiscono con un nuovo busto, sempre in bronzo: Totò.

Anche in questo caso l’opera viene realizzata dal maestro scultore Domenico Sepe.

La scultura viene presentata alla comunità il 17 novembre 2019, contestualmente all’iniziativa “Totò e la napoletanità“, ma era già stato esposto dall’autore nel corso della edizione 2017 di “Maggio dei Monumenti”, in una mostra dal titolo “Dal Principio al Principe”, un omaggio a Totò per celebrare i primi 50 anni dalla sua morte.